In  questa sezione chi è alle prime armi troverà alcune risposte alle domande più comuni.

Per tutti gli altri dubbi potete cercare risposte sul nostro FORUM

 

 

Professione Animatore è un'agenzia d'animazione?

 

No, Professione Animatore è un sito che tratta (bene, speriamo) il tema dell'animazione turistica.


Professione Animatore può darmi lavoro?

 

No, Professione Animatore non da lavoro direttamente, ma mette in contatto chi cerca lavoro con chi lo offre. Tutto qui.

 

Come si diventa animatore?

 

In diversi modi. Per cominciare devi spedire via posta, o fax o e mail il tuo curriculum alle agenzie d’animazione (l’elenco lo trovi qui) ricordandoti di scrivere il ruolo che vorresti ricoprire. Se il tuo curriculum è interessante sarai chiamato al telefono per fissare un colloquio nella sede dell’agenzia: se anche il colloquio ha esito positivo nella maggior parte dei casi sarai invitato a partecipare ad uno stage o un mini corso dove ti saranno dati i primi rudimenti di questo mestiere. Se anche questo darà esito positivo sarai pronto per partire!

 

A quanti anni si può cominciare a fare l’animatore turistico?

 

In genere dai 18 anni in su, ma alcune agenzie fanno lavorare anche a 17anni con una speciale autorizzazione dei genitori.

 

Come faccio a sapere se sono adatto a questo lavoro?

 

E’ semplice, se nella tua comitiva sei quello che tiene alto il morale è molto facile che tu abbia le caratteristiche giuste per questo lavoro. Se sei chiuso introverso e non ami stare con gli altri, lascia perdere.

 

Come faccio a sapere quale ruolo è più adatto per me?

 

Segui le tue naturali inclinazioni. Chiediti cosa sai fare meglio. Se ad esempio sei bravo nello sport potresti ricoprire un ruolo sportivo ecc. (per maggiori dettagli vai qui)

 

Sono molto giovane e nel mio curriculum non c’è quasi nulla, che ci metto?

 

Se non hai mai lavorato è normale che il tuo curriculum risulti povero. Per renderlo un po’ più corposo puoi metterci i tuoi brevetti sportivi, i corsi che hai frequentato, le attività formative come ad esempio i boy scouts o l’oratorio ma soprattutto non dimenticare di scrivere le motivazioni che ti spingono a voler fare l’animatore. Aggiungi una bella foto a figura intera (possibilmente non un autoscatto con le labbra in fuori …) Per maggiori dettagli leggi qui.

 

Sono straniero, posso fare l’animatore in Italia?

 

Certo, a patto di parlare almeno un po’ l’italiano e di essere in regola con le leggi italiane in materia di immigrazione.

 

Non so le lingue straniere, posso lavorare lo stesso?

 

Sì, poiché non in tutti i villaggi è richiesta la conoscenza di una lingua.

 

Posso fare l’animatore nella mia città?

 

Se vivi una località di mare dove sono presenti villaggi turistici puoi informarti su quale agenzia fornisce il servizio d’animazione e fare domanda direttamente a quell’agenzia. Lo stesso dicasi per la montagna.

 

Lavorerò lontano da casa, mi daranno anche vitto e alloggio?

 

Nel 99,9% ti sarà dato il vitto e l’alloggio compreso nello stipendio mensile.

 

Ho molti piercing e tatuaggi, mi prenderanno a lavorare?

 

Non è detto. Sono molti i villaggi, soprattutto i 4 o 5 stelle che non accettano questo tipo “ornamenti”. Se non ne hai troppi puoi sempre rimuovere i più evidenti per la durata della stagione. I tatuaggi puoi solo coprirli.

 

Non sono molto bello e le agenzie d’animazione richiedono la bella presenza; posso fare ugualmente la domanda?

 

Sì, se hai davvero talento (ma davvero) nessuno nel selezionarti si soffermerà sul tuo aspetto fisico. La bella presenza è obbligatoria e indispensabile solo per ruoli quali le hostess e consimili.

 

Ho solo una o due settimane da dedicare a questo lavoro, mi faranno partire?

 

Non tutte le agenzie sono disponibili a farti partire per un periodo così breve poiché non c’è nessuna convenienza a fare un regolare contratto per così pochi giorni.

 

Vorrei partire con la mia fidanzata; è possibile?

 

In passato c’era il divieto più assoluto sui fidanzamenti tra membri dello staff, ma oggi molte agenzie non hanno nessun problema a far partire le coppie a patto che si lasci a casa la gelosia …

 

Ho sentito che esistono agenzie poco serie, è vero?

 

Purtroppo è vero, ma sono una minoranza. Cercate di rivolgervi per quanto possibile ad agenzie con una storia alle spalle e se questo non è possibile pretendi chiarezza in fase contrattuale.

 

Che tipo di contratto mi verrà proposto?

 

In genere ci sono tre tipi di contratto con i quali inquadrare un animatore: contratto a progetto, contratto part time e contratto a tempo determinato.

 

Qual è lo stipendio medio per un animatore a prima stagione?

 

Un animatore senza la minima esperienza lavorativa sia nei villaggi che altrove può ricevere dai 350 ai 500 euro al mese. Meno di questo è inaccettabile. (a parte gli stagisti che in genere partono alla pari per un periodo ridotto di due settimane massimo)

 

Il viaggio per raggiungere il villaggio mi sarà rimborsato?

 

La maggior parte delle agenzie prevedono una forma di rimborso viaggio totale o parziale dietro presentazione di scontrini, biglietti o ricevute.

 

 

 

- Che differenza c’è tra lavorare come animatore in Italia o     all’estero?

- Si può fare carriera nell’animazione e se sì di che genere?

- La divisa è a pagamento?

- Dopo quante stagioni si diventa capo villaggio?

- Quanto dura mediamente una stagione?

- Quanto dura la giornata lavorativa di un animatore?

- Non sono molto bravo sul palco dovrò salirci comunque?

- In quanti si dorme in una stanza?

 

Per trovare risposte a queste ed altre domande iscrivetevi al nostro FORUM e fate tutte le domande che volete!

 

 

 

Agenzie in vetrina

  http://www.professioneanimatore.com/form-acquisto-postapay/    

FATTI UN SITO COME QUESTO

CLICCA QUI