Descrizione della professione

Cura l’intrattenimento nel tempo libero e, più in generale, il benessere dei clienti nelle

situazioni di vacanza (durante viaggi organizzati, presso villaggi turistici, grandi alberghi, navi da crociera, centri vacanza e campeggi).

L’animatore turistico interpreta gli interessi e le aspettative dei clienti; progetta, programma e realizza le attività ricreative, favorendo l'aggregazione dei gruppi e la comunicazione tra le persone.

 

Dove può lavorare

L’animatore turistico lavora per tour operator o per agenzie di

animazione.

Il lavoro si svolge presso villaggi turistici, grandi alberghi-vacanze,

camping, navi da crociera.

Nei grandi complessi turistici gli animatori lavorano in gruppo e

devono saper svolgere almeno in maniera sommaria tutte le attività

di animazione ed essere intercambiabili fra loro, soprattutto in

riferimento all'organizzazione delle gare e degli spettacoli.

 

Con quale rapporto di lavoro

E’ di carattere autonomo, oppure con contratti a termine rinnovabili o che si concludono con la

stagione turistica, ma alcuni animatori, soprattutto quelli che lavorano per conto di agenzie di

animazione, sono inquadrati con rapporti di lavoro di tipo subordinato.

La diversità dei compiti, inoltre, fa sì che alcuni animatori siano inquadrati come istruttori

sportivi, altri come professionisti dello spettacolo, altri ancora come personale del turismo,

cambiando quindi anche il tipo di contratto.

 

In che modo lavora

Si lavora senza orario, a contatto continuo con gli altri animatori e con gli ospiti.

Ciò richiede grande capacità di resistenza alle tensioni e alla fatica, un grande autocontrollo per

poter essere sempre disponibile, accogliente e recettivo.

 

Competenze necessarie

Essere in grado di progettare attività di animazione per intrattenimento turistico

Essere in grado di condurre attività di animazione per intrattenimento turistico


Essere in grado di progettare attività di animazione per intrattenimento turistico

Per metter in atto la competenza occorre sapere come:

Analizzare le esigenze e le aspettative dei clienti

Individuare interessi effettivi e potenziali dei clienti

Stimolare le potenzialità (ludiche, espressive, relazionali, fisiche) dei clienti

Programmare le attività di animazione in base alle esigenze dei clienti e al tempo disponibile

 

Conoscenze Abilità

Mercato del turismo

Applicare tecniche di accoglienza della

clientela

Elementi di psicologia

Applicare tecniche di programmazione delle

attività del tempo libero

Itinerari escursionistici Ap p l i care tecniche di progettazione

Elementi di sociologia

Applicare tecniche di organizzazione di eventi

di intrattenimento

Normativa sul turismo

Tecniche di animazione

Elementi di storia del turismo

 

Essere in grado di condurre attività di animazione per intrattenimento turistico

Per metter in atto la competenza occorre sapere come:

Organizzare giochi, spettacoli e tornei sportivi

Fornire informazioni sulle attività programmate

Far interagire le persone che compongono il gruppo

Accogliere e coinvolgere il clienti

Sciogliere eventuali situazioni di ansia e di tensione

 

Conoscenze Abilità

Elementi di pronto soccorso

Applicare tecniche di ascolto attivo

Tecniche di accoglienza clienti

Applicare tecniche di comunicazione efficace

Tecniche di organizzazione di eventi di intrattenimento

Applicare tecniche di animazione per il tempo libero

Tecniche di animazione

Utilizzare strumenti per l’animazione

Tecniche di coinvolgimento

Strumenti e attrezzature per l’animazione


Classificazione Nazionale delle Professioni ISTAT 2001

3.4.1.3 - ANIMATORI TURISTICI E ASSIMILATI

 

Attività economiche ATECO

O - 92.34 - Altre attività di intrattenimento e spettacolo

 

Classificazione Internazionale delle Professioni ISCO 88

5113 - Guide (di viaggio)

 

Riferimenti giuridici

Legge quadro in materia di turismo - L. n. 217 del 17 maggio 1983, art. 11.

Molte Regioni, legiferando in materia di professioni turistiche, prevedono che per esercitare la

professione di animatore professionale sia necessario il conseguimento dell’abilitazione

professionale, l’iscrizione in appositi elenchi e il rilascio di un tesserino.

 

Requisiti preferenziali

Non è richiesto, in generale, un percorso formativo obbligatorio.

Sono indispensabili doti comunicative ed abilità nelle relazioni interpersonali.

E’ preferibile possedere un diploma di istruzione secondaria di secondo grado e un bagaglio

personale di esperienze sportive, culturali o di spettacolo, che può essere utile per le azioni di

animazione.

Costituisce un requisito preferenziale anche la conoscenza di una o più lingue straniere.

Per gli animatori sportivi, invece, è fondamentale possedere il brevetto relativo alla disciplina

che si vuole esercitare.

 

Requisiti obbligatori

Nessuno in particolare

 

Comportamenti organizzativi richiesti

Flessibilità / Adattabilità

Orientamento al cliente o all'utente (interno/esterno)

Comunicazione e Ascolto

Gestione delle relazioni e Negoziazione

Lavoro di gruppo e Cooperazione


Fonte: Borsa Nazionale del Lavoro

 

 

 

 

agenzia animazione, agenzia animazione turistica, agenzia d animazione, agenzie animatori, agenzie animazione, agenzie animazione turistica, agenzie bambini, agenzie camerieri, agenzie d animazione, agenzie di animazione turistica, agenzie feste, agenzie per bambini, agenzie pianobar, animatore, animatore nei villaggi, animatore turistico, animatore villaggi, animatore villaggio, animatori, animatori nei villaggi, animatori turistici, animatori villaggi, animatori villaggi turistici, animatrice turistica, animazione, animazione nei villaggi, animazione turistica, animazione villaggi, cercasi agenzie, cercasi animatore, cercasi animatori, cercasi animatori turistici, corsi di animazione, fare l animatore turistico, lavorare come animatore, lavoro animatori, lavoro animazione, lavoro villaggi turistici, turistici villaggi,

Agenzie in vetrina

  http://www.professioneanimatore.com/form-acquisto-postapay/    

FATTI UN SITO COME QUESTO

CLICCA QUI