L'ANIMAZIONE PER I PICCOLI OSPITI

Il Mini Club e sicuramente uno dei settori più delicati all’interno di una équipe di animazione, e spesso, la sua buona riuscita e fattore fondamentale per il successo di tutte le altre attività di svago e divertimento.

Infatti, genitori consapevoli di lasciare i propri figli in buone mani presso gli addetti del Mini Club, parteciperanno più volentieri e tranquillamente alle attività loro dirette.

 

Rivolta agli adulti, l’Animazione e "solo" intrattenimento, divertimento e socializzazione, mentre in rapporto ai più piccoli va considerato pure il fattore educativo, basato sullo stimolo della loro fantasia e creatività. Ecco perché va specificato che GLI ANIMATORI O LE ANIMATRICI PER I BAMBINI NON SONO BABY-SITTER; ed e un errore ancora ricorrente quello di affidare questo delicatissimo settore a persone alla prima esperienza che non hanno la minima idea dell’imp0stazione dell’attività, spesso senza mezzi e strutture, e che si trovano a far fronte a gruppi che arrivano a superare anche le 30-40 unità.

Due punti determinanti di questo settore sono senz’altro:

 

1) Piacere ai bambini fin dal primo momento e, quindi, essere accettati da loro.

 

2) Creare un programma ben articolato, ricco di appunta- menti, preciso ed efficace, senza punti morti. Il miglior veicolo pubblicitario per la nostra attività sono gli stessi bambini che, se si divertono, torneranno giorno per giorno e porteranno nuovi "amichetti". Durante il corso della settimana, un ottimo metro di valutazione sarà l’incremento o il decremento dei partecipanti all’attività, dettato dall’abilita degli animatori.

L’optimum sarebbe, comunque, quello di riuscire a raggiungere un numero stabile di iscritti sui quali poter fare sicuro affida- mento riguardo a tutto ciò che bisogna fare e quindi tornei, gare giochi spettacoli, ecc.

 

In definitiva il miniclub, come del resto tutte le attività di un’Equipe di animazione ben organizzata, e tutto meno che Improvvisazione e Approssimazione.

 

LE ISCRIZIONI

Il momento dell’iscrizione e ovviamente molto importante per- ché rappresenta il primo impatto con il bambino, e soprattutto, con i genitori, che sono arrivati da poco, si guardano intorno, e cominciano ad ambientarsi. Dare una prima impressione positiva e basilare e per farlo basta- no pochi e semplici accorgimenti:

 

1) Un tavolino a parte rispetto agli altri corsi con tanto di cartello colorato, ben scritt0 a grandi caratteri "MlNl-CLUB".

 

2) Animatori ed animatrici sorridenti, look ben curato, senza occhiali da sole (i bambini ci devono guardare e scrutare negli occhi), pronti anche a chiamare il bambino che sta p a s s a n do senza attendere che vi sia trascinato dai genitori.

 

3) Annotazione precisa su un apposito notes dei dati del bambino, con numero di camera.

 

4) Sicurezza e chiarezza nell’esporre l’orario e l’ubicazione dei punti di ritrovo. In sede di iscrizione e poi importante fare una suddivisione per fasce d’età degli scritti. Lo standard é cosi definito:

 

BABY CLUB — 4 — 8 anni

JUNIOR CLUB - 9 -l3 anni

 

Se ciò non sarà possibile bisognerà allestire un programma che vada bene per tutti: sembra difficile da realizzare ma non lo e, a parte i più piccoli, che verranno seguiti da un addetto specifico, tutti gli altri vorranno partecipare ai giochi ed anzi quelli dell’ipotetico BABY CLUB ce la metteranno tutta per non sfigurare nei confronti dei compagni più grandi, addirittura risulteranno anche vincitori in prove particolari (mini-golf, bocce ecc)

 

I GENITORI

genitori in un villaggio di solito si dividono in tre categorie:

l) Quelli che lasciano i figli al mini club e non rispettano gli orari di inizio e fine (riconsegna) attività.

 

2) Quelli che invece rispettano gli orari e la piena autonomia del mini club (e sono i migliori e i più discreti).

 

3) Quelli che si incollano al figlio e non lo lasciano o perché Iui non vuole, o peggio, perché non vogliono loro. Lasciando da parte la seconda categoria, come trattare con i primi e i terzi?

 

Ai primi va subito chiarito con estrema cortesia ed educazione che il non rispettare gli orari ci può causare una serie di problemi individuali e collettivi poiché in altri momenti della giornata siamo impegnati in altre attività (es. prove di spettacoli), e che in ogni caso gli si sta offrendo un servizio e, in quanto tale, ha bisogno del rispetto degli orari per poter funzionare ottimamente anche in futuro.

Per i genitori al punto tre bisogna convincerli con i fatti che il loro bambino si diverte ed e in buone mani, solo così anch’essi si allontaneranno per dedicarsi ad altre attività o semplicemente, per prendersi il sole in santa pace senza preoccupazioni.


RICONSEGNA DEI BAMBINI E DOTAZIONI INDISPENSABILI

La riconsegna dei bambini (almeno quelli fino a l0 anni), deve avvenire direttamente nelle mani dei genitori, perché fino a quel moment0 la responsabilità della loro incolumità e ovviamente delegata ai responsabili del miniclub.

Proprio per questo bisognerà assolutamente evitare che alla fine dell’attività o, peggio, poco prima, i bambini si distacchino autonomamente dal gruppo.

Questo tende ad avvenire negli ultimi giorni del soggiorno, quando il bimbo si muoverà abbastanza sicuro in questo spazio divenuto a lui familiare, per evitare ciò basterà tenere unito e sotto controllo il gruppo che sta tornando al punto di ritrovo, con una canzoncina o una filastrocca o un gioco che abbia termine proprio i bambini sono infatti molto sensibili alle attività di gruppo e preferiranno senza dubbio rimanere tutti insieme che dispersi.

 

Le dotazioni indispensabili per il Mini Club sono:

la cassetta del pronto soccorso e acqua per dissetarsi.

La cassetta del pronto soccorso e indispensabile perché si avrà a che fare quasi ogni giorno con ginocchia sbucciate o mani graffiate.

La maggior parte delle volte, fortunatamente basta un batuffolo di ovatta con un po di disinfettante e, tutt’al più, un cerotto, ma quelle poche volte che il taglio o la ferita saranno più profonde bisogna accompagnare con calma e senza allarmismo il bambino all’infermeria del villaggio dove provvederanno di conseguenza. L’acqua da bere e fondamentale, perché i bimbi giocano soprattutto d’estate, hanno continuamente sete e quindi provvedersi giornalmente di una buona dose di acqua sari quanto mai opportuno.

L’acqua, naturalmente, non deve essere ghiacciata a neanche tanto fredda per non andare incontro a blocchi intestinali e anche peggio.

E’ necessario mettersi d’accordo con il bar (DOPO aver ricevuto il placet dal Direttore) che collaborerà molto volentieri visto che gli eviterete continue richieste di bicchieri d’acqua durante l’arco della giornata al bancone.

 

IPOTESI DI PROGRAMMA

Come abbiamo gia detto il programma dovrà essere divertente, articolato ed efficace tenendo ben presente che l’attività al mattino avrà svolgimento in spiaggia con giochi in acqua e sulla sabbia per passare in allegria il tempo fino a poco più di mezzogiorno.

Durante il bagno in mare l’attenzione degli animatori dovrà essere massima per evitare qualunque incidente.

A tal proposito diventa basilare la collaborazione degli assistenti della spiaggia che, durante il periodo dedicato al bagno collettivo, aumenteranno l’attenzione. Il pomeriggio il Mini Club deve esprimere tutte le proprie potenzialità all’interno del villaggio, sfruttando bene gli appositi spazi o creandoseli dove non ci sono.

Ecco, quindi un’ipotesi di programma pomeridiano settimanale:

 

Domenica — Tornei di pallavolo e mel-ball

Lunedì - Tornei di bowling e tiro a segno

Martedì — Maratonina del villaggio

Mercoledì — Caccia al tesoro

Giovedì — Torneo di mini golf

Venerdì — Gara di nuoto e torneo di bocce.

 

L’inizio delle attività pomeridiane e fissato di solito per le ore 15,30, la fine per le ore 18,00/18,30. In alternativa nei quindici giorni potranno poi essere proposte tante altre cose come il Ping pong, i Giochi senza Frontiere con la suddivisione dei bambini a squadre, le mini olimpiadi, l’asta dei disegni e delle composizioni dei bambini con il DAS e la plastilina (i soldi raccolti serviranno per un bel pizza party di chiusura settimana per tutto il Mini Club), senza dimenticare gli spazi riservati alle prove per il Mini Shows dei nostri piccoli ospiti.

Importantissimo sarà accendere la competizione fra di loro mettendo in palio le medaglie per i primi classificati in ogni gioco e disciplina, cosi ci sarà sempre la massima partecipazione con l’obiettivo di guadagnare la medaglia che poi verrà mostrata al ritorno a casa a parenti, zii, maestre, amici e compagni di classe.

Al termine del soggiorno quasi tutti avranno vinto il loro piccolo trofeo e stara all’attenzione del responsabile del Mini Club fare in modo che, anche chi non e arrivato tra i primi, abbia la sua medaglia magari premiando il più piccolo, il più simpatico, il più fedele, il più sfortunato, ecc.

 

LA BABY DANCE

La Baby dance e il culmine di tutta l’attività del Mini Club.

La sera, infatti, i bambini ravviveranno la pista da ballo, prima dello spettacolo dell’Equipe, con le loro danze e i loro giochi, solo se si saranno divertiti durante il giorno, e se avranno la consapevolezza che gli animatori anche in quel momento si stanno divertendo insieme a loro.

Essendo questa molto coinvolgente rappresenta anche l’occasione per fare nuovi proseliti. lnfatti, attratti dalla musica e dal divertimento generale di animatori, genitori e bimbi, anche quelli che non hanno mai partecipato alle attività del giorno si aggregheranno al gruppo e, con molta probabilità, ce li troveremo insieme agli altri il giorno dopo.

La Baby dance va comunque integrata con una serie di giochi di grande coinvolgimento, altrimenti potrebbe diventare noiosa; ecco che, quindi, nascono simpatiche sfide a quiz, giochi in pista, gioco dei mimi, karaoke con prove al pomeriggio, mini- musichiere, proiezione su schermo gigante di cartoni animati (dove c’é), finali Caccia al tesoro, ecc.


BABY SHOW

E’ lo spettacolo dove i nostri bambini sono gli attori principali, e si tiene in prima serata.

E’ la serata dove ci sono più telecamere e macchine fotografiche dell’intero soggiorno: decine di riprese televisive di tanti amatoriali TELE PAPA’; e la serata in cui anche il fotografo del villaggio vi sorride a 32 denti ...... chissà perché .... !

 

Nello spettacolo bisognerà coinvolgere TUTTI i bambini CHE NE HANNO VOGLIA, senza nessuna forzatura.

Dopo aver selezionato i nostri attori in erba inizia, per noi, il calvario delle "prove", durante le quali avremo a che fare con continue interruzioni dovute a decine di piccoli guerrieri che si rincorrono sul palco, dietro le quinte, in costumeria, in pista.

 

A questo punto é necessario armarsi (contro i piccoli guerrieri) di una grandissima dose di pazienza, prendendo in mano la situazione, e conquistarsi con grande sacrificio l’attenzione dei bambini, sensibilizzandoli a tal punto che capiscano che e importante far tutto bene e con impegno, per ricevere l’applauso del pubblico (o almeno di quelli che avranno le mani libere da video camere e macchine fotografiche, n.d.r.).

 

Regole generali

In definitiva per essere dei buoni animatori Mini Club bisogna:

 

A) Avere vero per i bambini e non artefatto (se ne accorgono subito), perché vi chiederanno una disponibilità quasi totale durante la giornata.

 

B) Avere una dose di pazienza inesauribile.

 

C) Mantenere sempre un look adeguato per il compito che si sta ricoprendo.

 

D) Non dimenticarsi mai che il bambino é un piccolo cliente (che paga) c noi ci siamo per offrirgli un servizio qualitativo.

 

E) NON FUMARE MAI DAVANTI AI BAMBINI DURANTE L’ ATTIVITA’ .

 

F) Non far mai trasparire il proprio stato umorale.

 

G) Non evidenziare mai simpatie e preferenze per uno piuttosto Che per un altro bambino.

 

H) Non perdere mai di vista nessun componente del gruppo e quindi massima attenzione.

 

I) Forse é superfluo ma va ricordata l’educazione, la puntualità, la simpatia e vanno bandite le urla, il proporre giochi pericolosi, il condizionamento di genitori troppo invadenti.

 

L) Ricordarsi sempre che per un bambino soddisfatto si avranno sempre due genitori contenti.

 

Il nostro motto: SINIRE PARVULOS AD ME

(Lasciate che i pargoli vengano a me).

agenzia animazione, agenzia animazione turistica, agenzia d animazione, agenzie animatori, agenzie animazione, agenzie animazione turistica, agenzie bambini, agenzie camerieri, agenzie d animazione, agenzie di animazione turistica, agenzie feste, agenzie per bambini, agenzie pianobar, animatore, animatore nei villaggi, animatore turistico, animatore villaggi, animatore villaggio, animatori, animatori nei villaggi, animatori turistici, animatori villaggi, animatori villaggi turistici, animatrice turistica, animazione, animazione nei villaggi, animazione turistica, animazione villaggi, cercasi agenzie, cercasi animatore, cercasi animatori, cercasi animatori turistici, corsi di animazione, fare l animatore turistico, lavorare come animatore, lavoro animatori, lavoro animazione, lavoro villaggi turistici, turistici villaggi,

Agenzie in vetrina

  http://www.professioneanimatore.com/form-acquisto-postapay/    

FATTI UN SITO COME QUESTO

CLICCA QUI